La scienza della Felicità

Henry Ford

Henry Ford

Che tu pensi di farcela, o che tu pensi di non farcela, avrai comunque ragione.

Henry Ford

 

Anche Henry Ford, l’inventore della catena di montaggio e della motorizzazione di massa lo aveva capito e lo aveva detto anche San FrancescoBada a come parli perchè potrebbe trasformarsi nella profezia della tua vita” e qualce migliaio di anni prima anche il Budda lo aveva sostenuto “Tu sei ciò che la tua mente dice di Te

Ma allora, se per ri-trovare la felicità basta dirselo, come mai così pochi ci riescono?

E ancora, se è vero che la Felicità può trovare posto solo dentro di noi, che cosa succede dentro di noi quando siamo tristi? E che cosa capita quando siamo felici? Molto probabilmente sarà interessante ed utile capire che cosa accade dentro di noi quando siamo felici.

Che cosa accade ai nostri neuroni? Quali processi elettro-bio-chimici si attivano? E soprattutto, possiamo imparare a gestire in modo volontario tutti questi “misterosi” meccanismi?

Era il lontano 1920 quando Sigmund Freud, il primo occidentale moderno che cercò di capire cosa succede dentro il nostro cervello,  scrisse: “La biologia è veramente un campo dalle possibilità illimitate, dal quale ci dobbiamo attendere le più sorprendenti delucidazioni, non possiamo quindi indovinare quali risposte essa potrà dare, tra qualche decennio, ai problemi che le abbiamo posto. Forse queste risposte saranno tali da far crollare tutto l’artificioso edificio delle nostre ipotesi.

Ecco che oggi le scienze  naturali e le neuroscienze riescono a darci un aiuto facendoci capire molte cose interessanti e la prima e più importante è questa: siamo degli organismi omeostatici.

Anche tu, che non sai di esserlo, sei comunque un organismo omeostatico, vale a dire che trovandoti in una situazione di disagio, siccome la natura non ti ha fatto amante della fatica, preferisci rimanere in quella situazione di disagio piuttosto che impegnarti a cambiarla.

Anche se tu sei una di quelle persone che lavora 48 ore al giorno e alla sera sei sempre distrutto, il tuo organismo si è abituato a questa fatica massacrante e a lui costa meno fatica continuare in questa situazione che riprogrammare tutto il suo ciclo neuro-bio-chimico.

E la nostra omeostasi,  ha molte sfaccettature, per cui quando siamo insoddisfatti,  la nostra neurochimica produce quei neurotrasmettitori che ci fanno sentire insoddisfatti e questa insoddisfazione spinge la nostra fisiologia ad assumere quei nostri comportamenti che ci fanno sentire insoddisfatti e così la nostra mente crea tanti pensieri che confermano questa nostra insoddisfazione e il problema è che, uscire da questo stato rappresenta uno squilibrio molto fastidioso.

E’ per questo che in questa situazione, quando capitata una qualsiasi cosa che ci da un po’ di felicità, provoca nell’organismo un vero e proprio stress elettro-bio-chimico sconvolgente. E l’organismo che non ama i cambi repentini interpreta questo momento di felicità come un pericolo che mette a rischio la sua stessa sopravvivenza.

Forse per questo si dice che la felicità è un attimo sfuggente.

E probabilmente è per lo stesso motivo che quando uno ri-trova la propria vera felicità non se la fa più sfuggire, anche perchè quando hai ri-trovato la tua Felicità scopri che fai molta meno fatica a vivere perchè ti rendi conto che anche la tua vita è veramente meravigliosa.

Vuoi sapere che cosa puoi fare per la tua felicità? Vai a questa pagina e chiedi un contatto diretto gratuito.Anche Henry Ford, l’inventore della catena di montaggio e della motorizzazione di massa lo aveva capito e lo aveva detto anche San FrancescoBada a come parli perchè potrebbe trasformarsi nella profezia della tua vita” e qualce migliaio di anni prima anche il Budda lo aveva sostenuto “Tu sei ciò che la tua mente dice di Te

Ma allora, se per ri-trovare la felicità basta dirselo, come mai così pochi ci riescono?

E ancora, se è vero che la Felicità può trovare posto solo dentro di noi, che cosa succede dentro di noi quando siamo tristi? E che cosa capita quando siamo felici? Molto probabilmente sarà interessante ed utile capire che cosa accade dentro di noi quando siamo felici.

Che cosa accade ai nostri neuroni? Quali processi elettro-bio-chimici si attivano? E soprattutto, possiamo imparare a gestire in modo volontario tutti questi “misterosi” meccanismi?

Era il lontano 1920 quando Sigmund Freud, il primo occidentale moderno che cercò di capire cosa succede dentro il nostro cervello,  scrisse: “La biologia è veramente un campo dalle possibilità illimitate, dal quale ci dobbiamo attendere le più sorprendenti delucidazioni, non possiamo quindi indovinare quali risposte essa potrà dare, tra qualche decennio, ai problemi che le abbiamo posto. Forse queste risposte saranno tali da far crollare tutto l’artificioso edificio delle nostre ipotesi.

Ecco che oggi le scienze  naturali e le neuroscienze riescono a darci un aiuto facendoci capire molte cose interessanti e la prima e più importante è questa: siamo degli organismi omeostatici.

Anche tu, che non sai di esserlo, sei comunque un organismo omeostatico, vale a dire che trovandoti in una situazione di disagio, siccome la natura non ti ha fatto amante della fatica, preferisci rimanere in quella situazione di disagio piuttosto che impegnarti a cambiarla.

Anche se tu sei una di quelle persone che lavora 48 ore al giorno e alla sera sei sempre distrutto, il tuo organismo si è abituato a questa fatica massacrante e a lui costa meno fatica continuare in questa situazione che riprogrammare tutto il suo ciclo neuro-bio-chimico.

E la nostra omeostasi,  ha molte sfaccettature, per cui quando siamo insoddisfatti,  la nostra neurochimica produce quei neurotrasmettitori che ci fanno sentire insoddisfatti e questa insoddisfazione spinge la nostra fisiologia ad assumere quei nostri comportamenti che ci fanno sentire insoddisfatti e così la nostra mente crea tanti pensieri che confermano questa nostra insoddisfazione e il problema è che, uscire da questo stato rappresenta uno squilibrio molto fastidioso.

E’ per questo che in questa situazione, quando capitata una qualsiasi cosa che ci da un po’ di felicità, provoca nell’organismo un vero e proprio stress elettro-bio-chimico sconvolgente. E l’organismo che non ama i cambi repentini interpreta questo momento di felicità come un pericolo che mette a rischio la sua stessa sopravvivenza.

Forse per questo si dice che la felicità è un attimo sfuggente.

E probabilmente è per lo stesso motivo che quando uno ri-trova la propria vera felicità non se la fa più sfuggire, anche perchè quando hai ri-trovato la tua Felicità scopri che fai molta meno fatica a vivere perchè ti rendi conto che anche la tua vita è veramente meravigliosa.

Vuoi sapere che cosa puoi fare per la tua felicità? Vai a questa pagina e chiedi un contatto diretto gratuito.Anche Henry Ford, l’inventore della catena di montaggio e della motorizzazione di massa lo aveva capito e lo aveva detto anche San FrancescoBada a come parli perchè potrebbe trasformarsi nella profezia della tua vita” e qualce migliaio di anni prima anche il Budda lo aveva sostenuto “Tu sei ciò che la tua mente dice di Te

Ma allora, se per ri-trovare la felicità basta dirselo, come mai così pochi ci riescono?

E ancora, se è vero che la Felicità può trovare posto solo dentro di noi, che cosa succede dentro di noi quando siamo tristi? E che cosa capita quando siamo felici? Molto probabilmente sarà interessante ed utile capire che cosa accade dentro di noi quando siamo felici.

Che cosa accade ai nostri neuroni? Quali processi elettro-bio-chimici si attivano? E soprattutto, possiamo imparare a gestire in modo volontario tutti questi “misterosi” meccanismi?

Era il lontano 1920 quando Sigmund Freud, il primo occidentale moderno che cercò di capire cosa succede dentro il nostro cervello,  scrisse: “La biologia è veramente un campo dalle possibilità illimitate, dal quale ci dobbiamo attendere le più sorprendenti delucidazioni, non possiamo quindi indovinare quali risposte essa potrà dare, tra qualche decennio, ai problemi che le abbiamo posto. Forse queste risposte saranno tali da far crollare tutto l’artificioso edificio delle nostre ipotesi.

Ecco che oggi le scienze  naturali e le neuroscienze riescono a darci un aiuto facendoci capire molte cose interessanti e la prima e più importante è questa: siamo degli organismi omeostatici.

Anche tu, che non sai di esserlo, sei comunque un organismo omeostatico, vale a dire che trovandoti in una situazione di disagio, siccome la natura non ti ha fatto amante della fatica, preferisci rimanere in quella situazione di disagio piuttosto che impegnarti a cambiarla.

Anche se tu sei una di quelle persone che lavora 48 ore al giorno e alla sera sei sempre distrutto, il tuo organismo si è abituato a questa fatica massacrante e a lui costa meno fatica continuare in questa situazione che riprogrammare tutto il suo ciclo neuro-bio-chimico.

E la nostra omeostasi,  ha molte sfaccettature, per cui quando siamo insoddisfatti,  la nostra neurochimica produce quei neurotrasmettitori che ci fanno sentire insoddisfatti e questa insoddisfazione spinge la nostra fisiologia ad assumere quei nostri comportamenti che ci fanno sentire insoddisfatti e così la nostra mente crea tanti pensieri che confermano questa nostra insoddisfazione e il problema è che, uscire da questo stato rappresenta uno squilibrio molto fastidioso.

E’ per questo che in questa situazione, quando capitata una qualsiasi cosa che ci da un po’ di felicità, provoca nell’organismo un vero e proprio stress elettro-bio-chimico sconvolgente. E l’organismo che non ama i cambi repentini interpreta questo momento di felicità come un pericolo che mette a rischio la sua stessa sopravvivenza.

Forse per questo si dice che la felicità è un attimo sfuggente.

E probabilmente è per lo stesso motivo che quando uno ri-trova la propria vera felicità non se la fa più sfuggire, anche perchè quando hai ri-trovato la tua Felicità scopri che fai molta meno fatica a vivere perchè ti rendi conto che anche la tua vita è veramente meravigliosa.

Vuoi sapere che cosa puoi fare per la tua felicità? Vai a questa pagina e chiedi un contatto diretto gratuito.

Commenti sono chiusi.

Diventa Leader di Yoga della Risata

Per il calendario dei corsi e richiedere le informazioni vai a questa pagina

Scarica gratis gli e-book

che ti insegnano tutti i segreti della Felicità e ricevi gratis la news-letter Vai a questa pagina

Consigli pratici per tutti i giorni

La comunità dei Counselor in Italia

Counseling Italia
Wikipedia Affiliate Button