14 nuovi professionisti di risate

14 professionisti di risate

14 nuovi professionisti di risate si sono certificati il 21 aprile.

Non sono comici, non sono clown e nemmeno barzellettieri ma mediche, psicologhe, psicoterapeutefisioterapiste, infermiere e persino un medico che hanno partecipato al Training ECM per diventare Leader di Risate

Per questi seri professionisti l’inizio, come al solito, è stato un po’ difficile ma sono bastate poche risate per fare in modo che Terrry, Carmen, Antonella, Rosa, Donatella, Elvira, Giada, Roberto, Chiara, Marvi, Vittoria Laura, Lorella ed Anna ottenessero quei risultati che, ridendo seriamente, si ottengono ogni volta:

Come stai ora dopo la sessione?

Siamo stati addestrati a ridere solo se qualcuno ci fa ridere e solo in particolari e ben circoscritte situazioni.

Ridere non è una cosa seria anche se Marziale ci ricordava “Se sei saggio ridi” anticipando di 2.000 anni le scoperte della psico-neuro-endocrino-immunologia e dell’epigenetica.

Così oggi, desiderando riabilitarci all’uso del più grande dono che abbiamo ricevuto dalla natura in quanto potente strumento per superare i momenti difficili, dobbiamo ritornare a scuola.

Questi 14 nuovi professionisti di risate avranno certamente modo di verificare nel loro lavoro quotidiano quanti e quali benefici potranno far germogliare nei loro assistiti. E a questo link puoi trovare qualche testimonianza al riguardo.

La scienza dell’ascoltarsi

I risultati sopra riportati sono frutto dei valori medi del gruppo, su 10 parametri, che risultano da un questionario di autovalutazione compilato prima e dopo la prima sessione di Yoga della Risata dai partecipanti al corso.

Sono in molti a dire che si tratta di una sensazione e che pertanto non si tratta di un dato scientifico. E ogni volta che qualcuno fa questa obiezione mi viene da ridere. Siamo talmente poco respons-abili e consapevoli di quanto facciamo e di quello che siamo che, se non ce lo certifica la scienza, non ci fidiamo di come noi stessi ci sentiamo.

In realtà, quando la situazione lo permette, facendo un prelievo di sangue, prima e dopo la sessione ed analizzando i diversi aspetti chimico fisiologici del prelievo si notano un sensibile calo della presenza di cortisolo, il neurotrasmettitore dello stress, un deciso miglioramento dell’ossigenazione periferica che sta alla base della sensazione di benessere e poi, via via, un sensibile incremento di tutti i neurotrasmettitori che spingono verso l’alto la sensazione di benessere.

Per dirla in altre parole, se dopo una sessione di risate ci sentiamo decisamente meglio è per il semplice fatto che “scientificamente” stiamo veramente meglio. E cosa non da poco anche il cervello, che riceve più ossigeno, funziona veramente molto meglio.

L’eccellenza è un abitudine

Anche se ormai riteniamo “normale” essere sotto stress, questo non significa che essere sotto stress sia un bene. Ne, tanto meno, che essere sotto stress sia inevitabile. E’ solo una questione di abitudini e non tutte le abitudini sono salutari.

Il fatto che siamo sempre sotto stress è il risultato di un lungo allenamento che pratichiamo da anni. Da bambini eravamo sotto stress per paura della maestra, poi eravamo sotto stress perché il nostro amore non ci degnava di uno sguardo e fino a quando non lo abbiamo trovato, eravamo sotto stress per la ricerca di un lavoro.

Oggi, se il lavoro non lo abbiamo perso, siamo sotto stress perché abbiamo paura di perderlo e il nostro capo ce lo ricorda quotidianamente. Poi siamo sotto stress perché non fanno il governo e quando lo faranno saremo sotto stress perché il governo non farà quello che speravamo. Se poi veramente tutto ci va bene, giornali e televisioni non fanno alto che immergerci in un mondo di disgrazie, attentati e truffe che sono ottimi fertilizzanti per lo stress.

Cambiare punto di vista

In realtà, dato che la tua vita non è oggettivamente in pericolo non hai alcuna motivazione reale per essere sotto stress e se ad esempio, come insegno non solo nei training di certificazione, prendi l’abitudine di ridere 15 minuti al giorno è molto probabile che anche il tuo organismo diventi eccellente a non essere più perennemente sotto stress.

Ormai ho centinaia di testimonianze che lo confermano e dato che liberarsi dallo stress con delle pratiche naturali e senza l’uso di psicofarmaci, è il primo passo per imparare ad essere felici. Lascio a te la scelta augurandoti una felice giornata con una sana risata.

Ahhh se non sai come fare a ridere puoi sempre seguire questa breve lezione del Dottor Madan Kataria che nel 1995 ha creato lo Yoga della Risata

Share This Post