Epigenetica? Cos’è e come puoi usarla per il tuo benessere?

Epigenetica
La musica per il tuo organismo

Epigenetica: parola a molti sconosciuta che però si sente sempre più spesso nominare nei convegni scientifici che si  occupano di salute e benessere.

Certamente hai già sentito parlare di genetica, la scienza che studia come il DNA influenzi la trasmissione dei caratteri ereditari da una generazione all’altra.

Verso la metà del 1800, un certo Gregor Mendel, monaco e scienziato,  studiando i piselli scoprì che alcune ben precise caratteristiche (dimensione, colore, ruvidità del baccello) si tramandavano in modo ben preciso da generazione a generazione. Era nata la genetica, anche se ancora non era stata codificata come una scienza.

Poi sono stati scoperti i geni che sono una specie di codice di una precisa caratteristica, il genoma e il DNA, una vera e propria fotocopia di tutti i geni. Per questo, la scienza ha deciso che nel DNA sta scritto tutto quello che può capitare ad un essere vivente.

Così si è cominciato a parlare di patologie ereditarie, se tuo nonno aveva il diabete e tuo zio ha il diabete, e tuo padre ha il diabete, anche tu molto probabilmente avrai il diabete.

Poi qualcuno ha cominciato a ragionare su quel “probabilmente”, sono sorti i primi dubbi su certe verità scientifiche ed è nata l’epigenetica: la scienza che sta al di sopra alla genetica.

Epigenetica e libero arbitrio

Secondo l’epigenetica è vero che nel DNA sta scritto tutto ciò che può capitare ad un essere vivente, ma il fatto che possa capitare non significa che debba capitare di sicuro. Per fare un esempio che mi piace molto possiamo dire che il DNA è la tastiera di un pianoforte, che si ha tutte le note, ma dipenderà da come usiamo la tastiera se faremo una bellissima musica o delle fastidiose dissonanze. …

Certo, se tu sei nato violino non potrei fare il pianoforte, ma la musica che suonerai dipenderà in ogni caso dalle scelte che tu farai.

Come sempre puoi anche scegliere di non fare nessuna scelta e allora sarà l’ambiente nel quale vivi a scegliere per te. Però poi non lamentarti.

Quindi quale sia il DNA che ci siamo ritrovato, almeno in parte diventa possibile intervenire sulla sua espressione. Su che musica suona, vale a dire su come si manifesteranno i caratteri non dominanti. Se sei bionda o biondo, puoi solo tingerti i capelli per diventare castana o castano.

Ma se nel tuo DNA c’è il gene che predispone al diabete, adottando dei semplici comportamenti alimentari e di stili di vita, puoi tenere lontano da te il pericolo del diabete. E questo vale molto probabilmente per qualsiasi tipo di patologia.

Epigenetica per tutti

Ritornando all’esempio del pianoforte, si sa che se vuoi suonare bene il pianoforte puoi prendere delle lezioni da un bravo insegnante. Però saprai o forse hai anche conosciuto qualcuno che, senza nessun insegnamento, è diventato un bravissimo esecutore. Il suo segreto è stato di innamorarsi dello strumento e dedicarsi a capirlo ed usarlo per ottenerne il meglio.

Siamo d’accordo che l’organismo umano è certamente migliaia di volte più complesso della tastiera di un pianoforte ma da un certo punto di vista è molto più semplice da imparare a suonare.

Per fare questo basta qualche semplice ragionamento alla portata di tutti.

Ti piace essere sempre su tutte le furie? Impaurita o impaurito? Ti da piacere lamentarti di qualsiasi cosa che ti capiti?

Oppure preferisci vivere quando qualcosa ti procura un senso di gioia o di serenità?

Spero che tu abbia scelto la seconda opzione e certamente anche il tuo organismo preferisca questa seconda possibilità.

Certo la vita è piena di difficoltà, di imprevisti, di contrattempi che ti rovinano le giornate.

Ma quello che forse tu non sai è che tu, in modo consapevole puoi scegliere di donarti e di donare al tuo organismo dei momenti di gioia, di serenità, di tranquillità, per cambiare la tua musica.

Yoga della Risata ed epigenetica

La saggezza popolare ci dice che il riso fa buon sangue e l’epigenetica lo conferma.

Come fare a ridere? Semplicemente scegliendo di ridere in modo consapevole, la risata è una respirazione rapida e profonda e con un po’ di esercizio e con lo Yoga della Risata puoi imparare a ridere in modo consapevole quando e come i pare.

Grazie all’epigenetica, abbiamo visto come, al di la di quello che possa essere il nostro DNA, sia possibile intervenire sulle sue modalità di espressione, vale a dire su come indirizza l’organismo ad impiegare le informazioni che contiene.

Pier Mario Biava, del quale abbiamo già parlato in questo post, è un medico e ricercatore.
Da anni studia come ambiente e comportamenti influenzano l’espressione del DNA, vale a dire come ambiente e comportamenti scrivono la musica che poi suona la tastiera.

Ad un recente convegno, del quale abbiamo trovato traccia a questo link, ha dichiarato:”La terapia della risata, attivando cambiamenti chimici e quindi fisiologici, modifica in profondità il codice genetico delle nostre cellule.

“Pratiche come la risata, che implicano il rilascio di sostanze specifiche nel corpo, non sono terapie palliative bensì cambiano in profondità i geni del nostro corpo”.

E’ chiaro – sostiene il Prof. Biava – che a livello clinico certi aspetti non arrivino, in quanto in oncologia e in medicina in generale si ragiona di solito per protocolli. Tuttavia, nutrire la mente, ridere, stare bene con se stessi è fondamentale, è un atto terapeutico e non è affatto secondario.

Se vuoi imparare a ridere seriamente in modo consapevole puoi partecipare al prossimo training di formazione. A questa pagina trovi tutte le informazioni.

A presto, felice giornata con una sana risata.

 

Share This Post