Tutti i giorni Buon Natale?

Tutti i giorni Buon Natale
Tutti i giorni Buon Natale
Tutti i giorni Buon Natale?.  Che cosa succederebbe se tutti i giorni fosse Natale? Di solito a Natale siamo tuti più buoni. E che cosa accadrebbe se tutti i giorni fossimo tutti più buoni? Forse dopo un po' ci stancheremmo di farci inutili regali. Però potremmo scoprire che essere più buoni conviene anche perché, essere più buoni rende più felici. E questa non è mica un'idea figlia del buonismo o della new age.

Perchè conviene essere più buoni?

Ha iniziato John Forbes Nash Jr a dimostrare "matematicamente" che essere più buoni conviene. Quando devi compiere un'azione, con la quale coinvolgi anche un'altra persona, la scelta più conveniente è sempre quella che porta dei benefici anche all'altra persona. Con questa dimostrazione "matematica" John Nash si è meritato un premio Nobel in questa scienza. Da qualche anno, anche chi si occupa di economia si è messo a studiare che cosa conviene fare per essere felici. Così Michael Norton, che insegna Marketing ed Economia Aziendale alla prestigiosa facoltà di Economia di Harvard, ha fatto una particolare ricerca. Qual'è il modo migliore di usare il denaro per essere felici? Michael Norton ha scoperto che indipendentemente da sesso, razza, religione e reddito l'unico modo che hai di usare il tuo denaro per essere più felice è quello di impiegarlo a favore di qualcun altro.

Il mistero della Felicità

Il bello è che a spiegare perchè ciò accada sono proprio le neuroscienze. Le scienze che studiano come funziona il cervello. Il tutto è iniziato in un laboratorio di Parma dove la squadra di Giacomo Rizzolatti ha scoperto i neuroni specchio. Un gruppo di neuroni grazie ai quali impariamo tutti i nostri comportamenti..Allo studio di questi neuroni si è appassionato anche Vilayanur Ramachandran un altro neuroscienziato. Così studiando questi neuroni ha trovato che un'area di questi neuroni ci permette di "sentire" le stesse emozioni che provano le persone con le quali entriamo in contatto. Così quando con una nostra azione generiamo gioia o piacere in un'altra persona, questa persona, attraverso i neuroni specchio ci tasmette la sua gioia e questo crea in noi un senso di benessere, di appagamento che alimenta la nostra felicitò. Insomma "Ama il prossimo come te stesso", al di la del tuo credo religioso, è proprio un bel comandamento da rispettare se vuoi essere felice. Ma chi è il tuo prossimo? Beh se guardi questo video lo puoi capire. E magari cominci a pensare che forse anche tu puoi fare di tutti i giorni un Buon Natale. Su  u

Share This Post