La felicità a scuola con lo Yoga della Risata

Scegli la felicità
Scegli la felicità

Mancano ormai pochi giorni all’inizio della scuola e come ad ogni inizio anno scolastico le cose si presentano un po’ peggio dell’anno precedente, mancano i docenti, manca la carta igenica e l’unica cosa che non manca sono i nuovi problemi da risolvere ma noi a La Palestra della Felicità sappiamo che basterebbe veramente poco per fare andare un po’ meglio anche la scuola e questo che riportiamo è un’esempio pratico che si potrebbe replicare in tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Un sentito e ridente grazie ad Ausilia Vaccari che ha condotto e ci ha segnalato questo

PROGETTO BenEssere Febbraio 2014

.

Alle Scuole Cristiane di Vercelli è approdato lo Yoga della Risata!

Titubanti, incerti ed imbarazzati … ma non importa, sono determinata a trasmettere questo importante insegnamento ed educare alla gioia del cuore diventa la mia missione. Sessioni settimanali si sono susseguite per 1 mese ogni martedì con la partecipazione di tutte le classi della scuola primaria. L’entusiasmo non tarda ad arrivare e subito si entra nell’atmosfera coinvolgente del ballo, canto e soprattutto risate , il gioco fa da padrone sfatando la competizione, riempiendo cuori e volti con grandi sorrisi. La meditazione della risata è l’esperienza culminante della sessione e, nelle sessioni successive, non si aspetta altro.

L’esperienza è stata fantastica sia per i ragazzi che per gli insegnanti. Di lì a breve abbiamo proseguito con una mini sperimentazione su una classe campione di 10 bambini per una settimana tutte le mattine prima delle lezioni: mezz’ora di risate e dieci minuti di rilassamento.

Per conoscere il risultato, ecco la testimonianza dell’insegnante:

Pur non conoscendo a fondo i principi di questa disciplina, ho aderito con entusiasmo al progetto “BenEssere con lo Yoga della Risata”, proposto dalla Signora Maria Ausilia Vaccari, in qualità d’insegnante certificata.
Oggi i bambini vivono una realtà familiare, scolastica e sociale sempre più stressante, dove si trovano a diventare già dei piccoli adulti, assumendo comportamenti che bloccano la loro creatività, a volte limitando e bloccando lo sviluppo di alcune loro capacità naturali.
Durante la settimana in cui i bambini hanno praticato lo Yoga della risata ho potuto riscontrare molti aspetti positivi che si sono delineati all’interno del gruppo classe.
-Ridere in gruppo, ha aiutato i bambini ad allontanare i pensieri negativi, la diffidenza e le ostilità che derivano dai conflitti con i coetanei.
-Hanno ritrovato un momento nella giornata in cui incontrare i propri compagni, in cui  sentirsi accettati e incoraggiati ad avere sane relazioni.
-Il lavoro di squadra ha aiutato ad eliminare sentimenti aggressivi, gelosie e antagonismi.
– I bambini hanno rilasciato sentimenti ed emozioni negative, “scaricando ansie e tensioni”.
In generale i bambini hanno assunto un atteggiamento positivo nei confronti della pratica scolastica quotidiana, dimostrando concentrazione e buone prestazioni durante le attività didattiche proposte successivamente allo Yoga della Risata.
Ritengo personalmente che sia stato determinante il ruolo assunto dell’insegnante Maria Ausilia Vaccari, che ha condotto questi momenti con i bambini con molta serietà e professionalità, in maniera molto naturale e divertente, coinvolgendo i piccoli tra una risata e un abbraccio. Loro si sono sentiti accolti, compresi e supportati nei loro timori e difficoltà nell’esprimere liberamente le proprie emozioni.
Per tutti questi motivi consiglierei ad altre scuole e insegnanti ad aderire a questo progetto.
I bambini saranno più preparati ad affrontare con maggiore energia e positività le sfide che la vita proporrà loro.
Concluderei dicendo che non c’è nulla di più bello per un’insegnante vedere i propri alunni ridere e sorridere con il cuore in mano e gli occhi pieni di gioia.
(Tiziana Ferro – Insegnante di scuola primaria)

Ridere liberamente senza restrizione alcuna è per gli “scolari” una potente valvola di sfogo, anche se per loro è naturale, le regole scolastiche a volte impongono un comportamento “contenuto” che spesso reprime le emozioni causando danni che si installano nella memoria per tutta la vita… “Bisogna essere con-centrati” per capire … non è semplice se nessuno me lo insegna!

Mi sono imposta la riscoperta del “bambino interiore” che vive dentro e fuori di me ed ho cercato una tecnica che potesse mantenere nei bambini, la spontaneità della felicità che solo allora, si può sperimentare in maniera naturale … ed ecco che appare nella mia vita lo Yoga della Risata.
“Chiedi e ti sarà dato!”

Per concludere non aggiungo altro che una frase … parte dal profondo del Cuore:
“Per perseguir la via … Vivi la vita in allegria!”

Maria Ausilia Vaccari
Leader&Teacher Laughter yoga International

Ancora grazie ad Ausilia per il progetto e a Tiziana per la sua testimonianza e come disco spesso “Un altro mondo è possibile basta iniziare a costruirlo”

Se vuoi saperne di più su che cosa può fare lo Yoga della Risata nella scuola per quanto riguarda gestione dello stress, conflittualità e bullismo, rendimento e creatività e autorevolezza, compila il modulo che trovi di seguito.

A tutti felice giornata con una sana risata.



Grazie di aver richiesto il documento “La felicità a scuola”

Share This Post

Post Comment