Qual è la Bibbia della Felicità?

La Bibbia della Felicità

La Sacra Bibbia.

Si proprio la Sacra Bibbia, quella famosa, quella che tutti conoscono e che è il libro sacro delle tre religioni monotestiche: la religione Ebraica, l?islam e il Cristianesimo.

Purtroppo nessuno l’ha letta attentamente perché altrimenti si sarebbero accorti che la Bibbia, contiene le semplici istruzioni per essere felici e tanto per rendere le cose facili lo fa proprio nelle prime pagine.

Hai presente la storia del Peccato Originale? Quello che tutti ci portiamo in dote fin dalla nascita e che sembra ci condanni senza speranza ad una vita da inferno?

Non lo so per quale motivo con questa storia del peccato originale ci abbiano messo in testa certe idee che servono a ben poco per essere felici, sta di fatto che la vicenda del Peccato Originale ci offre proprio tutte le facili regole per una totale Felicità; basta guardare alla vicenda con un po’ di attenzione, semplicemente leggendo quanto sta scritto, per capire che nel racconto ci vengono elencati i quattro semplici comandamenti da osservare per essere felici.

Insomma anche la Bibbia ti conferma che, il fatto di essere felice, dipende solo da te: tu puoi scegliere di vivere nel Paradiso Terrestre o puoi scegliere di andartene e vivere tra atroci dolori e sofferenze e il racconto del Peccato Originale ti spiega per filo e per segno quello che devi fare se vuoi scegliere di  essere infelice o meglio ancora ti spiega quello che non devi fare se vuoi essere felice.

Vediamo la questione nel dettagli seguendo passo passo la storia.

Il tutto inizia con il serpente che tenta la povera Eva e saltando i premboli, che cosa dice il serpente per convincere Eva?

Ecco le parole del serpente : “Dio sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno e sarete come Dio, avendo la conoscenza del bene e del male” e in queste 25 parole ci sono già le prime tre regole.

nel giorno che ne mangerete

Che cosa sta dicendo il serpente? Il serpente dice ad Eva: “Ora tu non puoi essere felice, potrai essere felice solamente quando mangerai di quei frutti” ma ormai anche i bambini, o quasi, sanno benissimo che solo nel “Qui e ora” esiste la felicità e il rimandare la  felicità ad un ipotetico domani è uno dei metodi più sicuri per essere sempre infelici.

sarete come Dio

Che cosa sta dicendo il serpente? Il serpente dice ad Eva: “Tu Eva così come sei non hai nessuna speranza,  se vuoi essere felice devi diventare come Dio”. Di certo, per convincere Eva, il serpente non poteva dirle diventerai come una gallina ma doveva portare un esempio  che stuzzicasse l’interesse di Eva e questa è la seconda legge dell’infelicità voler essere diversi da quello che si è dimenticandosi di quelli che sono  tutti i propri pregi.

avendo la conoscenza del bene e del male

Che cosa sta dicendo il serpente? Il serpente dice ad Eva: “Solo quando potrai giudicare tra il bene ed il male potrai essere felice” e anche qui il serpente sta spudoratamente mentendo perchè ben si sà che è proprio il liberarsi dalla vergogna del giudizio e dall’angoscia del pregiudizio che consente di essere felici.

Poi sappiamo come continua la storia: Eva mangia la mela, poi la fa mangiare anche ad Adamo ed ecco che non rispettando i tre principi base della felicità nasce il senso di colpa e nasce la vergogna: non contenti di vivere nel qui e ora e desiderando di essere diversi da quello che erano si vergognano della propria nudità che fino a cinque minuti prima non rappresentava assolutamente un problema.

E così arriviamo alla quarta regola quando Dio dice ad Adamo «Chi ti ha mostrato che eri nudo? Hai forse mangiato del frutto dell’albero, che ti avevo comandato di non mangiare?» e come risponde Adamo? «La donna che tu mi hai messa accanto, è lei che mi ha dato del frutto dell’albero, e io ne ho mangiato»

Adamo non dice, si mi è venuta voglia di assaggiarlo, lo ho assaggiati, è successo un disastro, scusami  non ne mangio più!!!  ma delega completamente e doppiamente la sua respons-abilità. Adamo dice che non è colpa di Adamo se Adamo ha mangiato la mela ma la colpa è addirittura di Dio che ha messo al suo fianco la donna che lo ha tentato.

Eva che fin da allora per certe cose ha già un po’ più di buon senso di  Adamo, senza tirare nuovamente in ballo Dio, si limita a dire “Il serpente mi ha tentato e io ne ho mangiato”

Ed ecco la quarta regola da rispettare per essere felici “Assumersi  la respons-abilità delle proprie azioni, non delegando ad altri le scelte della propria vita”

E allora ecco che

1) se ti assumi la responsabilità delle tue azioni

 

2) se ti liberi da giudizi e pregiudizi

 

3) se impari ad essere e ad amarti per quello che sei

 

4) se impari a vivere nel qui e ora

anche tu, oggi, puoi felicemente ritornare a vivere nel Paradiso Terrestre: dipende solo dalle scelte che tu puoi fare.

Il bello è  queste quattro regole sono proprio le stesse regole che  da sempre  consigliano guru ed illuminati di tutte le epoche e sono gli stessi che offrono anche la psicologia positiva, counselor e coachdei giorni nostri.

Magari dirai che, in teoria sei d’accordo ma che per  mettere in pratica questi quattro semplici passi sono necessari sforzi titanici.

Forse stai pensando  che tra il dire e il fare ci stia di mezzo il mare ma, non è proprio così e in un prossimo post ti svelerò il segreto per portare nella pratica queste quattro regole in modo estremamente semplice.

A presto e se non ci sentiamo prima i miei più ridenti auguri per un buon fine e soprattutto un buon inizio di  un 2012 pieno di felicità!

11 comments to Qual è la Bibbia della Felicità?

  • GRAZIE Daniele…un prezioso messaggio in sintonia con il RISVEGLIO della coscienza degli umani che in questo momento storico si spogliano di vecchi e inutili abiti per indossare la veste dell’ anima. Il cuore sorride e sa che dentro di sè è custodita la sua vera BIBBIA.

  • roberto

    Si.. mi piace.. come discorso è molto logico..forse le persone, come si evince da quanto scritto, sono da sempre abituate a vedere il lato negativo in tutte le cose.. dal canto mio è da un paio d anni che seguo la filosofia della piena e propria responsabilità su ciò che ci accade e su quello che vogliamo..grazie comunque per la chiarificazione della Bibbia… ne farò buon uso…..

  • Beh, ho preso il mio tempo per leggere la tua pagina, come ti avevo detto… mi piace molto… bel lavoro.

    Ci sono dei concetti bellissimi…. mi permetto di darti una piccola chicca:
    Un giorno un ragazzo chiese al vecchio saggio del paese…
    quale fosse la cosa più forte.
    Il saggio dopo qualche minuto gli rispose:
    Le cos…e più forti al mondo sono nove:
    “Il ferro è più forte, ma il fuoco lo fonde.
    Il fuoco è forte, ma l’acqua lo spegne.
    L’acqua è forte ma nelle nuvole evapora.
    Le nuvole sono forti ma il vento le disperde.
    Il vento è pure esso forte ma la montagna lo ferma.
    La montagna è forte, ma l’uomo la conquista.
    L’uomo è forte ma purtroppo la morte lo vince”.
    “Allora è la morte la più forte!”
    – lo interruppe il ragazzo –
    “No” – continuò il vecchio saggio –
    “L’AMORE … sopravvive alla morte!” ?

  • Daniele

    Grazie Paolo e mi piace aggiungere che non solo l’Amore riempie la vita di felicità ma anche che imparando ad essere felice scopri tutta l’energia e il potere dell’amore

  • Daniele

    Grazie a te Roberto

  • MICHELE CARO

    SE GUARDIAMO ALLA BIBBIA COME UN LIBRO SCRITTO DAGLI UOMINI ESSA RISULTA UNO DEI LIBRI PIù SAGGI DELL’UMANITà INSIEME AD ALTRI COME I VEDA IL CORANO ECC SE LA GUARDIAMO COME UN LIBRO SCRITTO DA DIO è SOLO UNA GRANDE SCEMENZA.

  • Daniele

    achhh Michele, stai trasgredendo al 2° principio della felicità, liberarti da giudizi e pregiudizi :-) . A mio avviso non è importante chi ha scritto ma che cosa ha scritto

  • [...] una delle quattro regole fondamentali della felicità – le trovi chiaramente elencate in questo post – chi ha scritto l’articolo e gli “scienziati” che hanno dimostrato [...]

  • [...] una delle quattro regole fondamentali della felicità – le trovi chiaramente elencate in questo post – chi ha scritto l’articolo e gli “scienziati” che hanno dimostrato scientificamente che [...]

  • [...] Se conosci da poco La Palestra della Felicità forse non sai che più di un anno fa è stato pubblicato un post nel quale sono state elencate le 4 semplici regole da imparare, ma soprattutto da praticare, per ri-trovare la felicità e se le vuoi conoscere tutte puoi andare a questo link. [...]

Leave a Reply

Diventa Leader di Yoga della Risata

Per il calendario dei corsi e richiedere le informazioni vai a questa pagina

Scarica gratis gli e-book

che ti insegnano tutti i segreti della Felicità e ricevi gratis la news-letter Vai a questa pagina

Consigli pratici per tutti i giorni

La comunità dei Counselor in Italia

Counseling Italia
Wikipedia Affiliate Button